Progetto

Prevenzione e sostegno socio-sanitario per le nuove povertà in tempo di emergenza Covid-19, con le Comunità della Salute

Quando 2020 - 2023 Enti coinvolti Le Comunità della Salute e il Centro di servizio per il volontariato Monza, Lecco e Sondrio

Obiettivi e attività svolte, in sintesi

In collaborazione con la Fondazione della Comunità di Monza e Brianza Onlus e il Centro di servizio per il volontariato Monza, Lecco e Sondrio, la Fondazione Guido Venosta ha deciso di prendere parte a un progetto dedicato alla prevenzione e al sostegno delle nuove povertà ai tempi del Covid-19, con un finanziamento di 600 mila euro per 3 anni.

Il progetto della Comunità della Salute intende produrre azioni di tipo curativo preventivo, sanitario e socio-sanitario per tutte le persone che hanno difficoltà ad accedere ai servizi, in tutte le fasce di età, coinvolgendo i medici di medicina generale, i Comuni, le Parrocchie, le realtà associative del Terzo settore e della rete Caritas, il mondo produttivo.

 

Finalità

In risposta ai principi e al contesto sopra riportato, condividendo l’idea di salute non solo come assenza di malattia, ma come stato di benessere fisico e psico-sociale, il progetto, oggi ancora più necessario a seguito dell’epidemia Covid-19 si propone di:

  1. assicurare la salute e il benessere per tutti e per tutte le età, riducendo le ineguaglianze;
  2. rinforzare la resilienza della popolazione in condizione di fragilità socio economica e di coloro che si trovano in situazioni di vulnerabilità, riducendo la loro esposizione e fattori di rischio;
  3. anticipare e individuare situazioni di fragilità e di bisogno che possano coinvolgere anche fasce di popolazione particolarmente esposte (ad esempio: minori, anziani soli, persone non autonome in situazioni di precarietà economica, ecc.);
  4. realizzare azioni di responsabilizzazione e di coinvolgimento attivo dei beneficiari finali (welfare generativo), al fine di aumentare il rendimento degli interventi attuati a beneficio dell’intera comunità;
  5. rafforzare i legami di vicinanza e di supporto anche attraverso processi di mutuo-aiuto;
  6. contrastare condizioni di fragilità e di svantaggio della persona al fine di intervenire sui fenomeni di marginalità e di esclusione sociale;
  7. contrastare le solitudini involontarie, come la quarantena, specie nella popolazione anziana attraverso iniziative e percorsi di coinvolgimento attivo e partecipato;
  8. sviluppare e rafforzare legami sociali, da promuovere sia all’interno di aree cittadine sia extra-urbane disgregate o disagiate;
  9. contrastare le disuguaglianze nella istruzione e nella crescita personale dei minori in situazioni di svantaggio socio-economico.
  10. sviluppare le reti associative del Terzo settore e rafforzamento delle loro competenze, funzionale all’implementazione dell’offerta di servizi.

 

Obiettivi

  1. prevenzione primaria sia per la cittadinanza in generale sia per le scuole, con particolare attenzione al disagio socio-economico;
  2. sostegno ed auto aiuto per le cronicità e per i famigliari di pazienti in stato di malessere fisico, psicologico e sociale;
  3. facilitazione per l’accesso alla diagnosi, alle cure e alla riabilitazione per le persone in difficoltà socio-economiche;
  4. coinvolgimento attivo della comunità (istituzioni – terzo settore – realtà profit – singoli cittadini Welfare di Comunità) ai fini della sostenibilità futura del progetto.

 

Strumenti ed azioni

  • attivazione dei “Punti Salute”, ambulatori gratuiti con medici per visite specialistiche;
  • istituzione di un servizio infermieristico e riabilitativo, anche a domicilio, a favore delle persone segnalate dai Medici di Base, dai Servizi Sociali Comunali e dalle Caritas;
  • attivazione di servizi di prossimità per persone con fragilità, con consegna di farmaci e spesa;
  • attivazione di uno sportello psicologico di sostegno gratuito;
  • promozione di gruppi di auto aiuto;
  • promozione e diffusione di messaggi informativi istituzionali;
  • formazione di sentinelle del disagio, sul modello dei LINK WORKERS, che inviino gli utenti ai servizi territoriali e alla rete di sostegno della Comunità;
  • potenziamento del sistema di cure territoriali con strumenti della telemedicina;
  • sostegno psico-sociale e sanitario alle persone in isolamento;
  • fornitura di adeguati dispositivi di protezione individuale a tutti gli operatori sanitari, socio-sanitari ed i volontari del territorio coinvolti.

 

Leggi tutti i dettagli delle attività del progetto nell’approfondimento “Le Comunità della salute: prevenzione e sostegno socio-sanitario per le nuove povertà in tempi di emergenza Covid -19“.

 
Guarda la presentazione


Approfondimenti

Lilt, Comunità della Salute e Fondazione Guido Venosta al festival del Parco di Monza per la prevenzione gratuita delle malattie
Il 17- 18 settembre 2022 si terrà il FESTIVAL DEL PARCO DI MONZA  (www.festivaldelparcodimonza.it). LILT sarà presente con uno stand nel quale sarà esposto il poster allegato nel quale Lilt, Comunità della salute e Fondazione Guido Venosta promuoveranno un progetto di prevenzione gratuita delle malattie nelle scuole e tra le persone in difficoltà socio economiche.
Leggi  -
La Fondazione Guido Venosta sostiene le Comunità della Salute

ad Albiate, Macherio, Sovico, Triuggio e Vedano al Lambro

Leggi  -
Covid 19 e trasporto sociale: i primi interventi sostenuti
Undici, tra organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale che operano nel territorio occupandosi di trasporto sociale, nelle scorse settimane hanno installato barriere divisorie tra conducente e passeggeri e acquistato di dispositivi di protezione individuale e materiale per la sanificazione dei mezzi: è successo grazie al bando promosso da Fondazione Guido Venosta, Fondazione della Comunità MB e Centro di servizio [...]
Leggi  -
Le Comunità della salute: prevenzione e sostegno socio-sanitario per le nuove povertà in tempi di emergenza Covid -19

Programma triennale a a favore degli abitanti dei territori comunali di Macherio, Triuggio, Sovico, Albiate, Verano Brianza, Carate Brianza, Vedano al Lambro, Cesano Maderno, Desio, Lissone, Seregno.

Leggi  -
Dopo l’emergenza: Giuseppe Caprotti racconta l’alleanza solidale per i nuovi poveri e chi ha bisogno
Sotto : Giuseppe Caprotti e Filippo Viganò, nello studio di Giuseppe Caprotti ad Albiate. Giuseppe ha in mano la medaglia al merito della sanità pubblica data al nonno Guido Venosta. Martedì 02 Giugno 2020 L’alleanza tra Fondazione Guido Venosta, presieduta da Giuseppe Caprotti, Fondazione della Comunità di Monza e Brianza Onlus e il Csv per [...]
Leggi  -

Rassegna stampa

Cure gratuite ai denti per chi è indigente
A Monza il dentista sociale: curerà gratis le persone più povere
Covid-19 e trasporto sociale: i primi interventi sostenuti
Dopo l’emergenza: Giuseppe Caprotti racconta l’alleanza solidale per i nuovi poveri e chi ha bisogno
Nasce “La Comunità della salute” per rispondere ai bisogni dell’emergenza sanitaria
“La Comunità della Salute”: nasce il progetto per rispondere ai bisogni dell’emergenza Covid-19